I nostri blog

Nokia Lumia 625: ampio display e connettività 4G per far breccia in fascia media | Recensione completa

Di il 16 agosto 2013

nokia_lumia_625_01

Nokia Lumia 625 è il settimo smartphone della gamma Lumia Windows Phone 8, il quinto introdotto nel corso del 2012 dopo il top gamma Lumia 1020. Un’offerta decisamente ampia, la più estesa tra tutti i produttori di smartphone Windows Phone, a conferma del fatto che quando si fa riferimento al sistema operativo mobile di Microsoft, per forza di cose, Nokia resta il princiaple perno attorno al quale si snoda l’intero ecosistema. Un catalogo attualmente articolato in due modelli di fascia bassa e medio-bassa (Lumia 520 e 620), un modello di fascia media (Lumia 720), uno di fascia medio-alta (Lumia 820) e nei tre terminali di fascia alta (Lumia 1020, 920 e 925). Il Lumia 625 si posiziona tra il Lumia 620 e il Lumia 720, esattamente a metà strada prendendo come riferimento i rispettivi prezzi iniziali di vendita (249 euro, 299 euro e 349 euro, rispettivamente per il Lumia 620, 625 e 720).

Il Lumia 625, anche se il nome potrebbe suggerire una conclusione differente, non deve però essere considerato un’evoluzione del Lumia 620, ma un modello del tutto differente, frutto della volontà di Nokia di rendere ancor più variegata l’offerta dei terminali Windows Phone 8, introducendo un midrange dotato di caratteristiche in grado di differenziarlo dalla proposte concorrenti. Per raggiungere lo scopo l’azienda finlandese fa leva su due feature in particolar modo: l’ampio display da 4.7″, il più ampio mai integrato in un terminale Lumia Windows Phone 8 e la connettività di tipo 4G, altra caratteristica non comune per un modello di fascia media.

Prima di arrivare alle conclusioni finali, è interessante notare che Nokia continua a connotare fortemente i suoi terminali puntando su due-tre feature in grado di renderli appetibile per l’utente chiamato ad effettuare una scelta tra i vari modelli. In altri termini, nel catalogo Lumia non si assiste mai ad un vera e propria “cannibalizzazione” perchè ciascuno possiede feature che altri modelli non hanno e  viceversa. Nessun midrange Nokia ha un display così ampio e una connettività 4G. Se questo basterà a farlo preferire ai modelli immediatamente inferiori e superiori lo scopriremo al termine della nostra recensione.

Design e Costruzione

nokia_lumia_625_43

Il Lumia 625 riconferma l’appartenenza alla gamma di smartphone Lumia ancor prima di iniziare ad utilizzarlo. Basta osservare le linee della scocca  per riconoscere il tratto che ha caratterizzato tanti modelli di successo del produttore finlandese. Bisogna subito rilevare, tuttavia, che il terminale presenta una sua identità a livello di design che lo differenzia sia dai Lumia 620 e 520, sia dai modelli di fascia alta. Il terminale Lumia che più si avvicina al Lumia 625 a livello di design è il Lumia 720, un device che avevamo particolarmente apprezzato proprio dal punto di vista dell’aspetto estetico decisamente curato. L’affinità tuttavia non è totale soprattutto quando si esamina il form factor ed alcune soluzioni progettuali.

La scocca è caratterizzata da linee morbide, bordi ed angoli smussati, una finitura realizzata con un processo di verniciatura del policarbonato, simile a quella “Double Shot” del Lumia 620, che rende la colorazione – rossa nell’esemplare in nostro possesso – particolarmente brillante. La tendenza a smussare tutte le asperità della scocca esaltando le linee morbide si estende anche al vetro a protezione del display caratterizzato dai bordi curvi. Un design familiare per chi conosce ed apprezza la gamma Lumia ed al tempo stesso in grado di attrarre chi, per la prima volta, si avvicina ai Windows Phone 8 Nokia.

nokia_lumia_625_03

Come sempre Nokia coniuga l’attenzione per il design ad una solidità costruttiva al di sopra di ogni sospetto. Il Lumia 625 è dotato di una scocca removibile,  che offre la possibilità di accedere allo slot per la SIM e per la microSD posizionati uno sopra l’altro, ma, a prima vista, sembra essere dotato di un guscio unibody talmente è solido il sistema di ancoraggio della backcover al resto della scocca.

Nessun cedimento o schricchiolio è emerso al termine del periodo di test, a conferma della cura per gli aspetti costruttivi. Unica piccola perplessità riguarda la scelta del produttore di non rendere estraibile la batteria da 2000 mAh che pur si intravede “incastonata” nella scocca una volta rimossa la cover. Una soluzione insolita che penalizza un po’ sotto il profilo della flessibilità di utilizzo.

nokia_lumia_625_02

Il device pesa 159 grammi ed ha dimensioni pari a 133.2 x 72.2 x 9.2 mm. Un peso non da record, ma in ogni caso ben distribuito e non penalizzante in senso assoluto. Il peso contribuisce a restituire un senso di solidà mentre si maneggia il terminale e l’utilizzo con una sola mano, anche se non così comodo come i “campioni” della categoria in ambito Lumia (ved. i compatti Lumia 520 e 620) non appare del tutto proibitivo. Il feeling in mano è buono anche grazie alla finitura della parte posteriore della scocca di tipo opaco.

Il giudizio finale sulla costruzione e sul design del terminale si chiude positivamente. Nokia non fa distinzione tra le varie fasce di prodotto e cerca di offrire sempre il meglio sotto il profilo della costruzione nei limiti del budget disponibile, mantenendo una continuità a livello di design tra i vari modelli senza produrre, a tempo stesso, smartphone eccessivamente simili tra loro. Basta confrontare il Lumia 625 con il Lumia 620, 920 e 925 per rendersi conto della precisa identità del prodotto che non rinnega ovviamente l’appartenenza alla linea di smartphone Lumia.

Voto design e costruzione:

La piattaforma hardware è adeguata ad un midrange WP8 ed articolata nel SoC Snapdragon S4 dual core con una frequenza di funzionamento dei core leggermente rivista al rialzo rispetto agli altri modelli di pari fascia (1.2 GHz) alla quale si associano 512 MB di memoria RAM, 8 GB di memoria interna espandibile tramite microSD. L’acceleratore grafico è l’Adreno 305, divenuto ormai una costante in fascia media e bassa in ambito Windows Phone 8. Una dotazione hardware completa, anche se manca la connettività NFC. A far aumentare il voto contribuice la presenza della connettività 4G LTE che rappresenta un dato non comune da trovare in terminali di pari fascia.

Voto hardware:

Display

Lo schermo del Lumia 625 è una delle caratteristiche del terminale su cui Nokia punta maggiormente. I midrange Windows con display da 4.7″, restando in ambito Windows Phone, rappresentano una rarità. Il display ha una risoluzione WVGA, integra la tecnologia SuperSensitive Touch che permette di controllarlo anche con i guanti ed  un vetro Gorilla Glass 2 a protezione del pannello IPS che resistuisce un feedback sotto i polpastretti molto piacevole durante l’interazione con il touchscreen.

Non soltanto feature hardware curate per lo schermo del Lumia 625, ma anche la realizzazione di un apposito strumento software -Profili colore – integrato con l’aggiornamento Lumia Amber, che permette di modulare la saturazione e la temperatura del colore entro un range di 10 livelli ciascuno, con molteplici combinazioni tra i due set di impostazioni.

nokia_lumia_625_44

Tante note postive, ma una grande assenza nelle caratteristiche del display, ovvero la mancanza della tecnologia Nokia Clear Black. Un’assenza che non giova alla leggibilità in esterna che diventa  difficoltosa in alcune circostanze, alla profondità dei neri e alla saturazione dei colori (che pur intervenendo con i Profili Colore non raggiungono mai la “brillantezza” di quelli, ad esempio, del Lumia 620). Un rapido test con il Lumia 620 mostra le differenze tra i due display.

NOTA: Test effettuato con luminosità impostata al livello massimo, modalità di lettura sotto la luce solare  attivata. Foto 1-2-3 in esterna senza luce diretta del sole. Foto 4-5 in esterna con luce diretta del sole. Foto 6-7 in interna con luce solare. Foto  8 interna al buio – colori e luminosità. Foto 9 in interna al buio resa dei bianchi. Foto 10 – foto al display con Lumia 625 a sinistra e Lumia 620 a destra. Foto 11 interna angolo di visione.

Il livello di densità di pixel  è pari a 201 ppi, un valore non elevato in senso assoluto, anche se non deve essere considerato un limite molto pronunciato. Durante la navigazione internet si avrà necessità di ingrandire la pagina con un pintch to zoom per ottenere una leggibilità ottimale dei testi, ma nel giudizio finale del display pesa più l’assenza della tecnologia Nokia ClearBlack che il livello di densità di pixel.

E’ un peccato che il Lumia dal display più ampio si è lasciato sfuggire l’elemento che avrebbe consentito di promuoverlo in maniera quasi incondizionata. Nokia ha chiaramente fatto delle scelte di fondo, cercando il compromesso migliore in fascia media nei limiti del budget disponibile. Il display ampio non manca, ma la qualità è migliorabile.

Voto display:

Software e prestazioni

Nokia Lumia 625 è equipaggiato con la piattaforma Windows Phone 8 GDR2 con i benefici del set di funzioni Lumia Amber viste per la prima volta con il Lumia 925. Windows Phone 8 si riconferma un sistema operativo semplice da gestire, estremamente ottimizzato per offrire un’esperienza d’uso molto godibile anche con hardware non eccessivamente potenti. Il parco applicazioni  è cresciuto nel corso dei mesi con l’importante contributo dato da Nokia stessa, sia direttamente con il rilascio di applicazioni esclusive per i terminali Lumia, sia attraverso la collaborazione con gli sviluppatori ai quali ha fornito utili risorse per realizzare nuove applicazioni.

nokia_lumia_625_5

Il nuovo midrange di Nokia ribadisce i punti di forza di Windows Phone 8 appena illustrati ed offre prestazioni sempre godibili in ogni comparto senza lasciar trapelare la sua natura di “semplice” midrange e non di terminale top gamma. Il ritocco verso l’alto della frequenza di clock del processore contribuisce a migliorare ulteriormente le prestazioni velocitstiche,  per quanto non si tratti di differenze abissali rispetto agli altri midrange (si trattava già di ottime performance). Sempre gradita la presenza di un vetro Gorilla Glass 2 che contribuiscce a restituire una sensazione di prontezza e reattività, maggiore rispetto ai terminali di fascia medio-bassa di Nokia che ne sono sprovvisti.

nokia_lumia_625_6

Amber rende disponibile anche per il Lumia 625 alcune utili funzioni (come ad esempio Data Sense e Profili Colore) ed estende la compatibilità con alcune applicazioni sviluppate in prima persona da Nokia, a partire da Smart Cam che si trova preinstallata nel terminale (seppur con alcuni limiti rispetto alla versione utilizzabile dai modelli superiori, ovvero le foto in modalità burst sono 7 e non 10 e vengono acquisite a 1 megapixel e non a 5 megapixel). Al termine dei nostri test, tuttavia, rileviamo l’assenza delle funzioni “Colpo D’occhio” e del “Double Tap To Wake”. Un’assenza che permane anche dopo l’ultimo aggiornamento di Display e Sensibilità, l’app che gestisce le due feature su Lumia 1020 e 925.

Non manca naturalmente la suite di applicazioni HERE che, dalla nostra ultima recensione di un terminale Lumia, è passata dalla versione beta alla release definitiva. Oltre all’aggiornamento della UI e delle funzionalità, Nokia ha ufficializzato le nuove modalità di utilizzo della navigazione satellitare con indicazioni stradali di HERE Drive. Il Lumia 625, così come il Lumia 720, 520 e i Windows Phone non Lumia, offre la possibilità di sfruttare una licenza di navigazione regionale – determinata in base all’area geografica della SIM – e di acquistare il passaggio alla versione plus con navigazione globale gratuita al costo di 15.49 euro. Nessun limite, come sempre, alla gestione delle mappe tramite HERE Maps, scaricabili gratuitamente senza alcun limite regionale.

Software e Reattività

Fotocamera

Il modulo fotocamera del Nokia Lumia 925 è articolato nel sensore da 5 megapixel, dotato di ottica da 28 mm con apertura f 2.4, autofocus e singolo flash a LED. Anche se il device non integra le apprezzate ottiche Zeiss viste nei modelli superiori e, restando in fascia media, nel Lumia 720, le prestazioni della fotocamera sono congrue per un device di fascia media, molto simili a quelle dei Lumia 520/620, per quanto non manchino delle ulteriori ottimizzazioni software introdotte, verosimilmente, dall’aggiornamento Lumia Amber.

nokia_lumia_625_7

In esterna e con luce diurna, gli scatti sono caratterizzati da una buona gestione dei colori e del contrasto. Il bilanciamento del bianco è stato modificato rispetto a quanto visto con il Lumia 620 ed appare in molti casi più affidabile. Nel confronto con il Lumia 620 appare modificata la gestione dei dettagli della scena, che appare meno caratterizzata dall’”effetto pastello”. Una resa, quindi, nel complesso, più naturale.

In notturna fa piacere constatare che l’impegno di Nokia per offrire prestazioni superiori alla media della categoria non muta anche quando si tratta di terminali di fascia media. La camera del Nokia Lumia 625 è dotata di un’ottica con una luminosità non da record (il Lumia 720 con l’obiettivo f 1.9 resta inarrivabile in fascia media), è sprovvista di stabilizzatore ottico, e, contrariamente ai modelli superiori dotati dell’aggiornamento Amber, può spingersi “solo” sino ad 800 ISO (3200 ISO con i top gamma Lumia). Nonostante i limiti propri di un midrange, gli scatti in notturna colpiscono positivamente per il gran lavoro svolto a livello software da Nokia che permette di gestire il rumore digitale in maniera molto convincente. Il rischio di scatti mossi senza flash è maggiore rispetto ai modelli con OIS e ottiche luminose, ma la prestazione, nel complesso, è allineata a quella dei migliori terminali di pari categoria. Da notare che, rispetto, al Lumia 620, il software di gestione della fotocamera ha corretto una resa del bilanciamento del bianco, spostando la gamma cromatica verso tonalità più fedeli a quelle della scena originale.

Gli scatti originali in diurna possono essere visualizzati e scaricati collegandosi a questo indirizzo - operazione che consigliamo di fare per valutazioni più accurate. Per ulteriori approfondimenti sul confronto tra la fotocamera del Lumia 625 e quella del Lumia 620, rimandiamo alla nostra precedente prova comparativa.

La fotocamera del terminale offre la possibilità di registrare video sino alla risoluzione massima di 1080p. Una novità per i device Nokia Lumia di fascia media e bassa, che, si arrestano alla risoluzione fullHD. Un risultato che è stato reso possibile anche grazie al SoC rivisto per quanto riguarda la frequenza di funzionamento dei due core, che operano a 1.2 GHz.

Nel complesso, la prestazione in esterna appare congrua per la categoria di prodotto. La fluidità dei video in FullHD è buona, anche se non mancano delle tracce di compressione più o meno evidenti a seconda del contenuto della scena. Attivando l’opzione per la messa a fuoco in continua, il meccanismo di autofocus si è rivelato sempre pronto a gestire il cambio di piano di fuoco ed anche il comparto audio è apprezzabile.

I file originali non modificati possono essere scaricati ai seguenti indirizzi: video in diurna, video in notturna

Le riprese notturne sono caratterizzate dalla tendenza della fotocamera a privilegiare un frame rate elevato anche con i video in 1080p  anche a costo di sacrificare la luminosità della scena. Il limite dell’obiettivo con apertura f 2.4 emerge nelle riprese video in notturna più complicate che offrono in diversi casi una luminosità della ripresa inferiore a quella contenuta nella scena originale. Anche le riprese in notturna evidenziano la buona prestazione dell’autofocus con la messa a fuoco in continua (feature che sconsigliamo di utilizzare in notturna se si devono effettuare riprese in campo lungo o senza cambi di piano di messa a fuoco. Suggerimento valido per tutti gli smartphone). Anche dopo le fisiologiche perdite del piano di fuoco cambiando inquadratura, il recupero della situazione avviene sempre molto rapidamente.

Giudizio positivo per la fotocamera che ribadisce la capacità di Nokia di offrire delle prestazioni sempre molto convincenti in relazione alla categoria di appartenenza del dispositivo.

Voto fotocamera:

Internet

nokia_lumia_625_8

La navigazione internet con la piattaforma Windows Phone 8 non ci ha mai deluso con tutti i terminali provati sino ad ora ed anche il Nokia Lumia 625 non fa eccezione a questa regola. Parlare di prontezzza nella gestione delle principali operazioni di interazione con la pagina web non costituisce più una novità, quanto una certezza. Gli aspetti propri dell’esperienza di navigazione internet con il Lumia 625 si concentrano sulla constatazione che il terminale, grazie all’ampia superficie del display consente di controllare le pagine web con una comodità maggiore rispetto a modelli come il Lumia 620 e 520.

Non dovrebbe impensierire eccessivamente il valore di densità di pixel del display anche durante il web browsing, considerato il fatto che anche se con un’ampia panoramica della pagine le scritte più minute possono risultare non di facile lettura, è sufficiente effettuare un rapido pintch to zoom per riportarli entro un range di piena fruibilità.

Il Nokia Lumia 625, per quanto riguarda l’esperienza internet, ribadisce i punti di forza dei terminali WP che fanno proprio delle prestazioni al di sopra di ogni sospetto nel web browsing un importante elemento di differenziazione dalla concorrenza.

Autonomia, Ricezione e Connettività

La batteria del Nokia Lumia 625  è di tipo non removibile ed ha una capacità pari a 2000 mAh. Ritroviamo, in sostanza, una batteria che offre una capacità identica a quella del Lumia 720, terminale che ci aveva colpito positivamente proprio per la durata della batteria. Il Lumia 625 offre prestazioni simili, pur avendo un display con una diagonale maggiore e una CPU con una frequenza di clock leggermente superiore. Tradotto in termini pratici, il device consente di raggiungere senza eccessiva difficoltà la fine della giornata anche con un utilizzo medio-alto. Nei week-end, periodo in cui la nostra attività lavorativa rallenta, siamo riusciti anche a superare la giornata di utilizzo, rimandando alla mattina successiva l’appuntamento con il caricabatterie.

Autonomia:

Dal punto di vista della connettività è corretto ricordare la presenza della connettività 4G LTE che rappresenta un valore aggiunto non trascurabile per uno smartphone che si colloca in un segmento di mercato in cui la presenza di tale feature non è certamente scontata. Alla nota molto positiva sulla presenza della connettività 4G LTE, si somma quella di tono un po’ diverso che evidenzia l‘assenza della connettività NFC. Un’assenza non del tutto giustificata a nostro avviso, che preclude, tra l’altro, l’interazione con i vari accessori originali con NFC prodotti da Nokia.

Nessun problema per quanto riguarda la ricezione che ripropone quanto di buono esibito dagli altri smartphone Nokia Lumia. L’azienda finlandese non ha mai deluso da questo punto di vista e continua a conferma la sua esperienza nella realizzazione di terminali molto convincenti dal punto di vista delle prestazioni telefoniche. Buono l’audio in chiamata, mentre quello riprodotto dal vivavoce è caratterizzato da un livello sufficientemente elevato, per quanto  un po’ carente di corpo. Prestazione allineata alla media della categoria in ogni caso.

Voto ricezione e connettività:

Conclusioni

Nokia Lumia 625 è un terminale che amplia il catalogo dei midrange del produttore finlandese, obiettivo sicuramente apprezzabile per modulare l’offerta in maniera molto mirata. Come emerso nel corso della nostra prove, il principale elemento di debolezza del progetto risiede nella realizzazione del display, frutto di un’evidente scelta di privilegiare la diagonale a scapito dell’integrazione della tecnologia ClearBlack. Un compromesso non del tutto condivisibile, anche se comprensibile in vista dell’obiettivo di contenere il prezzo.

nokia_lumia_625_9

Il prezzo rappresenta un altro elemento che non convince sino in fondo, tenuto conto di un’offerta di terminali Windows Phone 8 che si fa sempre più articolata, pur restando nell’ambito dei prodotti dell’azienda finlandese. Smartphone come il Lumia 720 e il Lumia 620 rappresentano delle alternative, sicuramente differenti per form-factor e impostazione del progetto, ma molto interessanti dal punto di vista del prezzo. Il Lumia 720 è un terminale ancora più completo proposto ad un prezzo che, dopo alcuni mesi, è sceso al di sotto dei 300 euro; il Lumia 620, accettato il limite della diagonale del display, presenta una dotazione hardware altrettanto completa consentendo di mantenere basso l’esborso finale.  Anche i Lumia 920 e 820, complice il consistente calo di prezzo, rappresentano dei terminali potenzialmente in grado di entrare in competizione con il Lumia 625 a distanza di diversi mesi dall’uscita. Nokia subisce in parte gli “effetti collaterali” derivanti dalla possibilità di avere catalogo di smartphone così articolato nel momento in cui alcuni modelli di recente introduzione vengono “cannibalizzati” non dal punto di vista delle caratteristiche tecniche, ma tenuto conto del prezzo dai modelli già in commercio.

Si è fatto riferimento ai prodotti Nokia, ma le considerazioni potrebbero essere estese anche alle proposte WP8 di azienda concorrenti come HTC e Samsung che hanno un portfolio prodotti meno articolato, ma ugualmente interessante visto il progressivo calo di prezzo ricevuto dai terminali nel corso dei mesi (basti pensare e modelli come HTC 8X ed al Samsung ATIV S).

Superati i due limiti appena accennati, il giudizio finale sul rimane positivo per quanto riguarda la dotazione di serie, le prestazioni in linea con quelle dei midrange, la cura del design e della costruzione che ripropone gli stessi elevati standard dei modelli di fascia media e alta. Se la priorità per il potenziale acquirente è il display ampio – con i limiti citati – e la connettività 4G, allora il Lumia 625 è un terminale che può essere preso  in considerazione. Se tali aspetti possono passare in secondo piano, allora il suggerimento è quello di valutare anche altri modelli presenti nel catalogo del produttore finlandese.

Il Lumia 625 resta un terminale nel complesso ben riuscito che continuerà a svolgere un importante ruolo nel portofolio prodotti dell’azienda finlandese nei prossimi mesi, soprattutto quando interverranno i primi fisiologici cali di prezzo. Lo smartphone farà il suo esordio nel mercato italiano a 299 euro tra fine agosto e  settembre ed inizierà a diventare ancor più interessante quanto più si avvicinerà alla soglia dei 249 euro.

Voto finale:

Storie:
Scopri i prezzi più convenienti
EUR 184.99
da ValueBasket
[Compara prezzi]

Nokia Lumia 625 sbloccato (Giallo)

Prova l'esperienza dell'ampio display da 4,7" per guardare video, navigare, giocare e utilizzare le applicazioni al meglio.

EUR 179
da Euronics
[Compara prezzi]

Nokia Lumia 625

OS Windows Phone 8 - schermo 4.7" WVGA IPS LCD - Touch screen super sensibile - LTE - memoria interna 8GB - Snapdragon S4 Dual-cor...

Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Regolamento
^ Torna in cima